serata_martelletto_7930Nella sala conferenze del Brigantino 2, giovedi’ 4 luglio 2013, il Club ha celebrato il tradizionale appuntamento della “consegna del martelletto”, simbolo della guida del club, da Michele Storelli a Nuccia Cafagna, prima Presidente donna nella ventennale storia del Club di Barletta.
Alla cerimonia erano presenti il Governatore del Distretto Rotary 2120 prof. Renato Cervini, l’assistente del Governatore uscente dott. Giuliani, dott.Sabino Chingoli, e l’assistente 2013-14 dott.Costantino Frisario; il Sindaco di Barletta Pasquale Cascella, il Presidente della Provincia Francesco Ventola, il dott. Marco Vatore, Comandante della compagnia dei Carabinieri di Barletta , il Vicario Generale Mons. Savino Giannotti, i Presidenti dei Rotary Club viciniori, oltre naturalmente ad un numerosissimo pubblico e ad un folto gruppo di ragazzi e ragazze del Rotaract, il gruppo-giovani del Club.
Nel suo intervento, il Presidente uscente Michele Storelli ha delineato un anno di intenso lavoro e di tenace impegno, durante il quale sono state numerose le iniziative di servizio a favore di realta’ che insistono sul territorio cittadino: la donazione di una postazione telematica all’AISM (Associazione Sclerosi Multipla), di apparecchiature per il Reparto Pediatria dell’Ospedale “Dimiccoli“ di Barletta, la fornitura di coperte , latte e generi prima necessita’ alla Caritas di Barletta, l’arredamento di una camera al completo per la casa-famiglia “Casa della Speranza”.
Non e’ mancata l’attenzione per i tesori d’arte cittadini: a tal proposito e’ stata curata la pubblicazione dell’opuscolo”Il tesoro della Basilica del S. Sepolcro” e sono state inoltre numerose le serate di approfondimento su tematiche relative a diversi ambiti della vita sociale ed economica.
Particolare rilevanza ha avuto la serata celebrativa al Teatro Curci dedicata al grande Pietro Mennea, nel corso della quale gli e’ stato conferito il titolo di socio Onorario in presenza di una numerosa partecipazione della cittadinanza.
Dopo la prematura scomparsa del campione, l’impegno del Club nei suoi confronti non e’ cessato: prima conferendo l’onoreficenza PHS (Paul Harris Fellow) alla memoria e quindi istituendo il “ Premio Pietro Mennea“ in favore delle giovani promesse dello sport: un premio cui sara’ garantita dal Club la continuita’ nel tempo.
Al termine del suo intervento, il Presidente uscente ringrazia il proprio Consiglio direttivo per il lavoro svolto e conferisce le onorificenze PHF ai soci Michele Debitonto e Andrea Salvemini (rispettivamente Segretario e Prefetto nell’anno appena trascorso) per la qualita’ dell’impegno profuso al servizio del Club.
Segue quindi l’ufficiale passaggio di consegne e la parola quindi passa alla Presidente entrante, Nuccia Cafagna, che ha condiviso con i numerosissimi presenti la relazione programmatica,  illustrando le finalità e gli obiettivi propositivi del suo anno e sottolineando in primis l’importanza di lavorare in continuita’ con il Presidente che l’ha preceduta e soprattutto in stretta interazione con i soci tutti, al fine di attuare un vero e prorio lavoro di rete, non solo all’interno del Club ma parallelamente anche al suo esterno, con le Istituzioni, le Associazioni del territorio, con il mondo della Scuola, i Club viciniori e naturalmente i “media”.
I “services “ da realizzare saranno tutti modulati insieme ai Soci e non saranno solo rivolti all’ambito locale (e specificamente a situazioni di disabilita’, ad Associazioni di Volontariato, alla fornitura di attrezzature mediche finalizzate alla prevenzione della mortalita’ infantile, al supporto di “start-up” giovanili). Parallelamente, verra’ tenuto in conto anche l’ambito internazionale. A tal proposito la Presidente comunica di aver ricevuto la notifica ufficiale della approvazione da parte della Rotary Foundation del progetto di Sovvenzione globale finalizzato alla ristrutturazione e all’ampliamento del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Zinvie’ nel Benin: un progetto di grande respiro che vede coinvolto il Club di Barletta in rete con altri dodici club del Distretto 2120 e che sara’ realizzato nell’anno rotariano che sta per avviarsi.
La neoPresidente evidenzia inoltre che verra’ dato grande spazio alla programmazione rivolta ai giovani. Il motto distrettuale 2013-1014 “Un futuro per i giovani” da’ sicuramente una connotazione distintiva all’anno rotariano che sta per iniziare: occorre, naturalmente andare al di la’ del rischio altissimo di retorica e di autoreferenzialita’, sviluppando ogni possibile iniziativa che possa concretamente interessare e soprattutto coinvolgere le nuove generazioni, lavorando in stretta sinergia con il gruppo Rotaract del Club ,per rivolgersi soprattutto all’esterno, ai giovani presenti nel nostro territorio e utilizzando in primis il tramite delle istituzioni scolastiche, “entrando in contatto” con loro per proporre iniziative ed offrire anche opportunita’ mediante services calibrati ad hoc.
Saranno prioritari i progetti di intervento a favore di giovani affetti da gravi disabilita’ , ma non sara’ assolutamente omessa l’attenzione nei confronti di giovani che si sono distinti per i loro meriti e competenze o per la messa a frutto della loro creativita’ o per il loro impegno sociale o sportivo (prosecuzione conferimento Premio Pietro MENNEA) o per l’attenzione alle tematiche dell’ETICA (conferma adesione a PREMIO Nazionale ETICA e LEGALITA’ e istituzione specifico Concorso di idee finalizzato alla diffusione dei valori etici del Rotary, con focus particolare sull’amicizia ).
Gia’ a settembre – e specificamente sabato 21 – ci sara’ un primo appuntamento importante: il FORUM Distrettuale sulle Giovani Generazioni, per il quale -nel mese loro dedicato- e’ stata prescelta dal Governatore Cervini la sede di Barletta. Con la partecipazione attiva dei soci tutti, si fara’ in modo di realizzare un evento significativo soprattutto per i giovani del territorio oltre che naturalmente per tutto il Distretto.
In ogni fase di questo itinerario, naturalmente, sara’ stretta e interattiva la sinergia con il gruppo Rotaract, nonche’ sara’ adottata ogni strategia finalizzata alla socializzazione delle iniziative sul territorio. A tal proposito, è basilare l’importanza dell’immagine pubblica del Rotary, tramite la conoscenza delle iniziative e degli interventi del Club nel territorio.
Al termine del suo intervento, la neoPresidente Nuccia Cafagna chiama uno per uno i componenti del suo Consiglio Direttivo, che la affianchera’ per tutto l’anno di servizio, e ringrazia nuovamente tutti i presenti per la partecipazione numerosa che e’ di sicuro incoraggiamento per l’importante lavoro da svolgere.

RASSEGNA STAMPA