1- SLIDESHOW e COPERTINAGIOVEDI’ 12 GIUGNO, NELLA SALA ROSSA DEL CASTELLO ALLE ORE 19,30, il Rotary Club di Barletta ha conferito il “Premio Rotary PIETRO MENNEA” rivolto alle giovani eccellenze dello sport e istituito nel 2013 subito dopo la prematura scomparsa del nostro concittadino e campione sportivo Pietro Mennea , per onorarne la memoria. Il grande campione era stato ospite del Rotary Club di Barletta nel novembre 2012 in una memorabile serata tenutasi nel Teatro Curci e in quel contesto era divenuto Socio Onorario del Club.
In raccordo con il Coni-B.A.T. e con il patrocinio del Comune di Barletta e della Provincia di Barletta-Andria-Trani anche quest’anno sono state individuate e premiate con una borsa di studio tre giovani eccellenti promesse dello sport al fine di incentivarle nel loro percorso .
Ad aprire la serata, la premiazione degli alunni che si sono distinti nel Concorso”Batti 5″, che ha coinvolto gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Barletta e della Bat nella elaborazione di lavori finalizzati ad esprimere i sogni e le aspettative del mondo giovanile .
Hanno partecipato studenti di Scuola Secondaria di primo grado ( classi TERZE) e studenti di Scuola Secondaria di secondo grado , frequentanti le Istituzioni Scolastiche di Barletta , Andria , Canosa e Trani.

Il Concorso si inserisce a pieno titolo nell’area dei Progetti annuali del Rotary Club di Barletta che rivolgono , in sinergia con i giovani del Rotaract, una particolare attenzione all’universo giovanile e alla indispensabile necessità di stimolare e incentivare nei giovani azioni positive per lo sviluppo di una coscienza etica e consapevole, in particolar modo in una fase critica come quella attuale.

Il tutto in una Sala Rossa gremita da un pubblico variegato , dai giovanissimi studenti , docenti e dirigenti scolastici della Bat alle Istituzioni, rappresentate dal Presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani Francesco Ventola, il Prefetto della Provincia Clara Minerva e dal delegato del Coni Bat Isidoro Alvisi. Presente anche Renato Cervini, Governatore Distrettuale del Rotary. Tra gli ospiti d’onore anche Francesco Giorgino, giornalista Rai e conduttore del Tg1; la famiglia Mennea rappresentata dalla sorella di Pietro, Angela, e le premiate dell’ edizione 2013, l’arciera Loredana Spera e la canottiera Paola Piazzolla. Giorgino ha evidenziato come Pietro Mennea sia stato anticipatore di uno stile che ha poi caratterizzato tante realtà del Sud e ha ricordato la sua grandezza di uomo e atleta , molto distante da certi protagonismi cui assistiamo oggi in tante discipline sportive.

I premi sono stati consegnati dalla Presidente Nuccia Cafagna , che ha insignito con le borse di studio del Rotary Club Barletta tre eccellenze sportive del nostro territorio: la campionessa italiana sui 10mila metri Veronica Inglese, il campione italiano nei 100 stile libero Francesco Disalvo e il runner Vito Incantalupo, fresco oro nei 400 metri nella prima fase regionale dei Campionati Italiani di Società Assoluti su pista. Emozione ed orgoglio nelle parole dei premiati, che hanno sottolineato tutti il valore di un Premio dedicato a un grande dello sport italiano e internazionale, di cui il Rotary ha voluto onorare la memoria .
La Presidente ha ricordato la splendida serata organizzata dal Rotary di Barletta al teatro Curci, nel novembre 2012, quando Pietro a Barletta aveva raccontato di sè come mai aveva fatto, facendo tutti partecipi delle sue emozioni e della sua interiorità . In quell’occasione gli era stata conferita la tessera di socio onorario del club di Barletta.
Nessuno sapeva cosa sarebbe successo di lì a poco, in quanto ha vissuto la sua malattia in forma molto riservata:il Premio vuole appunto essere un modo concreto di onorare al meglio la sua memoria e cosa il nostro grande concittadino ha rappresentato per Barletta e per il mondo.

Le radici di Pietro nell’Avis Amatori, il primo team che l’ha accolto e formato, vengono sintetizzate da Enzo Buttari , che ha evidenziato come i suoi risultati siano stati anche il frutto anche della famiglia che lo ha formato e della società che lo ha supportato.

Naturalmente , il ricordo di Pietro più toccante è stato tracciato da chi ha vissuto accanto a lui per oltre 20 anni, cioè sua moglie Manuela Olivieri: “ Ringrazio il Rotary e la città di Barletta, perché di qui è partito il suo sogno . Lui amava andare per le scuole, amava comunicare ai ragazzi le radici di questo sogno.
Lo sport è importante quando è insegnamento e serve ad insegnare l’accettazione delle regole e a dedicarsi con passione a quello che si fa. Pietro perseguiva sempre l’obiettivo di migliorarsi, di mettere un’asticella sempre più alta davanti a sè, qualunque cosa facesse. Una delle sue frasi ricorrenti :”Chi non ha mai sbagliato nella vita probabilmente non ha fatto nulla”.

Il principale messaggio del Premio Rotary “Pietro Mennea “ 2014 è proprio questo : credere fortemente negli obiettivi da raggiungere , crescere sempre di più , senza però inutili protagonismi , così come Pietro ha saputo fare.

L’ addetta alle pubbliche relazioni del R.C. di Barletta
Alessandra Palmiotti
Cell : A. Palmiotti : 339 572 9381

Presidente : Nuccia Cafagna – 327 776 1900

 

RASSEGNA STAMPA

VIDEO

Amica9tv: Barletta | Premio Rotary “Pietro Mennea”

tgRAI: Barletta | Premio Mennea